info progetto awards press review press release


Lapides 01

Lapides 01

Lapides 02

Lapides 02

Lapides 03

Lapides 03

Lapides 04

Lapides 04

Lapides 05

Lapides 05

Lapides 06

Lapides 06

Lapides 07

Lapides 07

Lapides 08

Lapides 08

Lapides 09

Lapides 09

Lapides 10

Lapides 10

Lapides 11

Lapides 11

Lapides 12

Lapides 12

Lapides 13

Lapides 13

Lapides 14

Lapides 14

Lapides 15

Lapides 15

Lapides 16

Lapides 16

Lapides 17

Lapides 17

Lapides 18

Lapides 18



info progetto

Lapis, lapidis. Pietra, terra, natura, donna. Bellezza ed energia suggeriscono la strenua resistenza contro chi tenta di sopprimere il pensiero. Le pietre, scagliate per paura della bellezza, sono le stesse che trasmettono la forza di lottare. Le pietre brillano, i fantasmi volano, la luce e l'anima vivono di libertà.

Lapides nasce come lavoro sulle donne: un vestito che richiama la bellezza femminile, ma senza un corpo, è un diritto negato e le pietre, della natura, rendono vivo il desiderio di libertà. Lapides è la risposta: le pietre che non vogliono essere scagliate, che non vogliono uccidere quella bellezza che a volte fa paura, e che scatena rabbie incontrollabili. E in quanto legato alla pietra, alla natura, e quindi alla Madre Terra, Lapides è la risposta a tutti i diritti umani e sociali. 

"Guarda, parla, cammina con me"… Cercavo un luogo virtuale, che permettesse alle persone di abbracciare i pensieri comuni, quelli per i quali la storia ha seminato eroi, per piccoli e grandi diritti umani. Nasce così, in occasione della manifestazione del 13 febbraio 2011 (Se non ora quando) www.camminaconme.com, un blog sostenuto da associazioni, fotografi e persone comuni. Si tratta di performance legate alle manifestazioni sui diritti umani e sociali: un centinaio di cartoline con una foto di Lapides a cui vengono aggiunte informazioni sulla manifestazione, che vengono distribuite durante l'evento stesso: "Ti regalo una cartolina, ti faccio una foto, ti metto sul blog". In seguito le foto scattate alle persone con la cartolina sono "caricate" sul blog, un efficace veicolo di comunicazione, che fino a oggi conta circa 4.500 visite.

Ma Lapides ha bisogno anche di luoghi fisici, a partire da quelli in cui le donne vengono straziate: stampate su granito ed esposte, o poste in luoghi pubblici, quelli in cui i diritti vengono violati, una lapide sulla quale possiamo idealmente posare il ricordo e il dolore, e anche l’affermazione che la bellezza esiste ed è la ricchezza della nostra vita. Lapides è terra, è natura, è la pietra, che brilla, del nostro cammino verso un mondo migliore.

premi

PX3 Official Selection Prix de la Photographie 2011 Category Fine Art/Abstract
Premio "Le donne del marmo" 2013

press review

Verona fedele, articolo di Francesca Saglimbeni
Testo critico di Francesca Pietracci

press release

Lapides ACTA Roma 2014
Lapides Area Verona 2013